<
Back

LA CROCE


SIMBOLO RELIGIOSO E PAGANO
Crosses in heraldry


Le varianti che la forma base della croce ha generato sono moltissime.
Le forme base sono pero' due e dipendono dalla lunghezza delle "braccia".
CROCE LATINA: il braccio verticale e' piu' lungo di quello orizzontale
CROCE GRECA: le due braccia sono di uguale lunghezza

Le varianti poi dipendono da:

La forma data / aggiunta alle estremita'
L'aggiunta o la sottrazione di "parti" alle braccia (aumentandone o diminuendone in un certo senso il numero)
La modifica della forma tradizionale rettangolare delle braccia
La diversa angolazione delle braccia
Il colore

Nome
Detta Anche
Forma
Variante
Significato
Particolarita'
ACCERCHIELLATA
croce ancorata con le braccia ulteriormente ritorte in cerchio
AGUZZA
croce scorciata con le
braccia terminanti con punte
ALCANTARA
variante della croce gigliata
costituita da quattro gigli elaborati
uscenti da una crocetta centrale
Si puo' confondere con la croce di Calatrava
ANCORATA
antico simbolo cristiano. il pesce (ichthýs)
è un acronimo usato dei primi cristiani per indicare Gesù Cristo.
“Iesous Christos Theou Yios Soter“, che significa
“Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore”
e si trova in molte catacombe
È una delle numerose forme chiamate "dissimulata"
per occultare la credenza
ANCORATA
(Stilizzata)
sant'Emiliano della Cogolla
Cruz de San Millán
visigota
Forcuta
croce scorciata con le braccia
terminanti con punte
che ricordano quelle di un'ancora
ANGUIFERA
Serpentifera
Serpentina
con due serpi uscenti dalle estremità, addossati e pendenti.
Se da ogni braccio esce una sola serpe si parla di croce serpentina.
ANKH
Ansata
Egizia
Della vita
Chiave del Nilo
nell’antico Egitto simbolo che ricordava il dono della vita
e anche l’immortalità. Il termine ankh significa vita
o anche “ chiave di Iside”o “chiave dei grandi misteri”
Nel cristianesimo che si e' impossessato dek simbolo
, la goccia e' diventata il volto del Cristo
Usata con varianti
nella chiesa Copta.
ANSATA
Ankh
Egizia
Della vita
Chiave del Nilo
La goccia rappresenta
il volto del Cristo
Usata con varianti
nella chiesa Copta.
ARMENA
croce latina che porta sugli angoli dei quattro
bracci il trifoglio simbolo della Trinità
ASTILE
Usate nelle processioni croce latina con la parte inferiore molto allungata
AVELLANA
costituita da quattro avellane (nocciole) addossate;
le avellane possono diramarsi da una palla centrale
che non sempre è presente
BATTESIMALE
croce greca unita alla X, prima lettera della parola Cristo.
Questa croce simboleggia la rigenerazione e il Battesimo
è la rigenerazione alla vita nuova in Gesù
BISANTE
croce latina formata da "cerchi" detti bisanti.
Forma rara di croce
BORDONATA
croce scorciata (greca) le cui estremità
sono chiuse da palle o pomi del bordone (bastone dei pellegrini)
La croce camuna e' una variante
CALATRAVA
Alcantara
antico ordine monastico-militare spagnolo,
reso dinastico dal 1100
CAMARGUE
Gardiane
croix "gardiane" (croce "guardiana") dal nome dei gardians,
lavoranti degli allevamenti bradi di tori e cavalli della regione.
Riunisce i simboli delle tre virtù teologali,
Fede (rappresentata dalla croce latina),
Speranza (rappresentata dall'àncora)
e Carità, rappresentata dal cuore.
ha i due bracci e la sommità ornata da un tridente a mezzaluna,
che è lo strumento (issato su una lunga picca)
con cui i gardians stimolano il bestiame
allevato allo stato brado.
CANTERBURY
Simboleggia la Chiesa e l'episcopato anglicano. Croce a quattro bracci uguali che si allargano
a forma di martello alle estremità esterna;
ogni braccio ha un pannello triangolare
inscritto tipo triquetra (con tre punte)
CARLISTA
Borgogna
Traversa
Il carlismo, movimento conservatore che si proponeva di difendere
il diritto al trono dei discendenti di Carlo Maria Isidoro di Borbone-Spagna.
Ebbe unruolo determinante nella politica spagnola dal 1833
fino alla conclusione del regime di Franco nel 1977
costituita da due rami noderosi posti in decusse
CELTICA
Il significato più comune è quello solare
con un collegamento tra mondo terreno (asse orizzontale)
e mondo celeste (asse verticale).
Si pensa che sia stato S Patrizio a introdurre la croce
celtica in Irlanda come simbolo della vittoria della croce
sul sole, simbolo pagano per eccellenza.
Il centro della croce e' il punto fisso è attorno ad esso
che si effettua la rotazione del mondo,
trasposizione in chiave metapolitica che rimanda
al capo di un popolo, che deve essere l'Essere puro.
Originaria di Irlanda e Gran Bretagna.
Diventata un simbolo tipico di alcuni movimenti politici
e partiti, specialmente di estrema destra
a CERCHIO
Consacrazione
Croce all'interno o esterno di una chiesa nel punto dove
il vescovo ha consacrato la chiesa con il crisma o l'acqua santa
Croce scorciata patente con le estremita' dei bracci
curvi in quanto tagliati dalla ipotetica circonferanza
circoscritta
Assume il nome di croce della consacrazione
quando il cerchio circoscritto è dello stesso colore .
Diventata un simbolo tipico di alcuni movimenti politici
e partiti, specialmente di estrema destra
CHRISMON
Nonogrammatica
Monogramma di Cristo
Chi Rho
Costantino
Labarum
il Chrismon è il monogramma di Cristo:
le prime due lettere della parola “Cristo”:
in greco: chi e rho, sono intrecciate
nel formare una croce simbolica.
COMMISSA
Tau
san Francesco
san Antonio
Secondo Luciano di Samosata (120 circa), la forma tipica della croce da esecuzione usata dagli antichi romani corrispondeva a quella della lettera T la traversa è posta alla sommità della parte verticale (cum-missa), la cui forma richiama la lettera T.
Per questo è anche definita croce a T o tau
CONTROMERLATA
Bracci con merlature contrapposte
CONTRONODEROSA
Bracci con merlature inclinate
I merli sono posizionati ad altezze contrapposte sui due lati
COPTA
Assimila il significato della croce Ankh sono molte le varianti della croce copta
caratterizzate da essere molto decorate e lavorate
COPTA NUOVA
Le barre rappresentano la croce sulla quale Gesù fu crocifisso;
il cerchio centrale simboleggia l'amore eterno di Gesù,
e le quattro croci T sono i picchi usati nella crocifissione.
CORDONATA
forata in quadrato
con al centro un foro quadrato; detta anche croce forata in quadrato
CRAMPONATA
con i 4 bracci terminanti in cramponi o rampino,
è una forma di segmento terminante con due sbarrette trasversali appuntite
disposte in senso antiorario e leggermente angolate
rispetto al segmento stesso
CUORE
Vandeana
Sacro cuore di Gesu'
Sacro Cuore di Gesù e Maria a cui i vandeani
erano particolarmente devoti grazie alla predicazione
di San Luigi Maria Grignion de Montfort,
DECUSSATA
S. Andrea
san Patrizio
Forma della croce Del martirio di Sant'Andrea
latino decussis composto di decem, dieci e as assis, asse
La X e' anche la lettera Chi iniziale di Cristo
Croce bianca in campo blu e' la bandiera della Scozia.
Rossa in campo bianco dell'irlanda.queste unite
quella di S Giorgio (Inghilterra)
hanno formato l'attuale bandiera dell'UK
DENTATA
I Bracci della croce hanno piccole sporgenze
come denti di sega
DODICI PUNTE
Tutti i Bracci della croce terminano ognuna con tre punte
DOPPIA TRAVERSA
croce scorciata che presenta due traverse orizzontali di uguale lunghezza
EGIZIA
Vedi:
ANKH
ANSATA
di FERRO
decorazione militare utilizzata dal Regno di Prussia prima e dall'Impero tedesco poi. croce patente sarchiata
ERMELLINATA
I bracci della croce sono 4 "mosche" ( code o fiocchetti)
che sono poste sulla pelliccia bianca dell'ermellino
Hanno specifici colori e abbinamenti
FRECCIATA
simbolo nato in Ungheria negli anni trenta
come simbolo del partito fascista ungherese
FORCUTA
croce greca o latinata con bracci
che terminano biforcandosi leggermente
GEMMATA
di Desiderio
Croce di forme diverse, ma variamente decorata con gemme
GERUSALEMME
Gerosolimitiana
dei crociati
Si suppone che essa rappresenti le otto virtu' teologali
le cinque croci rappresenterebbero le cinque piaghe di Gesù
lo stemma di Gerusalemme e' d'oro su campo argento
GHERONATA
Gherone termine utilizzato in araldica per indicare
una pezza triangolare, prodotta da due linee di partizione
intersecantisi nel cuore dello scudo
I gheroni hanno colori diversi
GIGLIATA
il giglio rappresenta il germoglio del tronco
di Iesse (l'albero della stirpe di Gesu') annunciato
dal Profeta Isaia (Is. 11, 1-2) e ripreso da San Giovanni Battista
croce patente con estremita' che si allargano
(triplicano) a forma di giglio
GIRIFAI
Girifai è la denominazione medioevale di una
"zona affrancata extragiudicale", un'enclave
francese, presente nella Sardegna (XI-XIII sex)
croce di Malta che presenta al centro il giglio di Francia.
GLORIOSA
La croce gloriosa, la croce nella gloria: non uno strumento di morte può essere glorioso, ma ciò che è diventato come simbolo, ciò che Gesù ha vissuto sulla croce deve essere visto e sentito come glorioso Dall'incontro delle braccia partono raggi lunimosi
GOLGOTA
Calvario
Croce infissa su un basamento a tre gradini,
o di monte stilizzato
evocazione del Calvario.
GRECA
Scorciata
Le due braccia sono di uguale lunghezza
Croce del cristianesimo delle origini fino al Rinascimento
È ancora usata nell'Europa orientale
e in parte della Chiesa ortodossa
IMPERIALE
caratterizza il potere regale o imperiale come un potere cristiano,
cioè che riconosce la supremazia di Cristo
(rappresentato dalla croce) sul mondo
e sui poteri terreni (la sfera).
una sfera sulla cui cima è apposta una croce.
È un simbolo usato soprattutto nel Medioevo da imperatori e re
sulle monete, nell'iconografia e nelle insegne regali.
IRLANDESE
croce celtica che ha all'interno linee (corde)
variamente intrecciate
puo' mancare il cerchio esterno
LATINA
Richiama il crocefisso Le due braccia sono di lunghezza differente
Immissa quando l'incrocio e' a 2/3
LEVIATANO
Antico simbolo alchemico dello zolfo,
questa doppia croce che sovrasta il fregio dell'infinito
è stata adottata dalla Church of Satan,
ed è presente in The Satanic Bible
LORENA
d'Angio'
Patriarcale
La piccola barra orizzontale in alto rappresenta
la targa con il titulus crucis.
I Patriarchi della Chiesa Cattolica, come quello di Venezia,
hanno diritto di avere la croce processionale (astile)
in questa forma, anziché nella più comune forma di croce latina.
MALTA
san Giovanni
Ottagona
Biforcata
Le sue 8 punte possono simboleggiare:
le 8 beatitudini secondo san Matteo
le 8 nazionalità di provenienza dei Cavalieri di San Giovanni
croce greca con bracci a coda di rondine
con punte al centro
MANTOVA
Croce scorciata patente con bracci poco allargati.
MARIANA
Croce dello stemma di papa Giovanni Paolo II;
è la combinazione di una croce latina e la lettera M
riferita a Maria Vergine che era presente sul calvario.
Occitana
Tolosa
Ricorda una ruota solare, simbolo del movimento dell’astro nel cielo.
E’ costruita su numeri cabalistici tre o quattro
,perfetti sia nella cultura cristiana che in quella pagana:
Le sue quattro braccia rappresentano i punti cardinali,
come nelle croci celtiche, oppure le stagioni,
e le dodici piccole sfere le case dello zodiaco
o i 12 apostoli
La prima apparizione della croce di Tolosa
avviene sotto il regno di Raimondo V.(1100)
E' in questi secoli che in Occitania (Francia sud)
si sviluppo' il movimento dei Catari o Albigesi
ORDINE DI CRISTO
L'Ordine Militare del Cristo fu un ordine erede
dei Templari portoghesi dopo che questi
vennero soppressi definitivamente nel 1312.
ORTODOSSA
Ortodossa Russa
Bizantina
La barra orizzontale in alto rappresenta la targa con il titulus crucis.
La linea trasversale in basso rappresenta il poggiapiedi
I primissimi esempi con una barra bassa diagonale
si ritrovano a Gerusalemme, Costantinopoli e Balcani,
ma e' inclinata dal basso a Sx in alto.
Questo suggerisce l'idea dell'ascesa e della salvezza
attraverso la Passione
La linea bassa nella tradizione ortodossa russa
OTTAGONA
Otto punte
Vedi Croce di Malta
di cui e' una variamte
PACE
Una variante della Croce rotta.
La braccia spezzate sono simbolo del rifiuto del calvario
e quindi delle contrapposozoini religiose, da qui la pace.
simbolo del pericolo di radioattivita'.
È stata l’emblema della Campagna
per il Disarmo Nucleare dal 1958
per poi diventare il sinonimo di ‘pace’.
PAPALE
pontificia
Le tre traverse rappresentano il triplice ruolo del Papa:
vescovo di Roma;
patriarca dell’Occidente
successore di San Pietro apostolo.
Si trova anche la variante con la traversa
in punta lunga quanto quella in capo,
invece che della maggior lunghezza.
PATENTE
E' da un nucleo centrale che ha origine il tutto Caratterizzata dall'allargamento delle braccia verso l'esterno.
Forma base di altre croci:
croce templare , di Malta , Mantova...
PATRIARCALE
Lorena
d'Angio'
I Patriarchi della Chiesa Cattolica, come quello di Venezia,
hanno diritto di avere la croce processionale (astile)
in questa forma, anziché nella più comune forma di croce latina.
PIEDE AGUZZO
Il braccio inferiore e' affilato come la lama di una spada
PISANA
san Lorenzo
La croce, secondo la leggenda, fu concessa nel 1017
da papa Benedetto VIII ai Pisani che si dirigevano in Sardegna
per liberarla dai Saraceni.
I dodici globi rappresentano gli apostoli.
croce patente ritrinciata e pomata
variante della croce ricrociata, occitana e bordonata
Simbolo della citta' di Pisa
POMATA
con dei tondi che si aggiungono alle estremità.
Da non confondere con la croce bordonata.
I tondi sarebbero da ricollegare ai pomoli di una spada.
Talvolta compare anche con due pomi all'estremità
di ciascun braccio (nel caso di tre diventa trifogliata)

POTENZIATA
bracci uguali che terminano con una croce in TAU
simbolo distintivo delle organizzazioni scout cattoliche
RICROCIATA
Ampliamento esaltazione
del significato della croce
come simbolo cristiano
croce scorciata che presenta una piccola traversa su ogni braccio
RIPIENA
Croce all'interno di un'altra croce
RIPOTENZIATA
con le braccia potenziate, ognuna potenziata a sua volta
RITRINCIATA
Le terminazioni a punta potrebbero evocare
i chiodi della crocefissione
croce scorciata con i bracci che terminano in rombi o fusi
ROSACROCE
La rosa con le sue spine
rappresenta la corona
e il Colore rosso il sangue
I Rosacroce (dal tedesco Rosenkreuzer) o Rosa-Croce
sono un leggendario ordine segreto ermetico cristiano,
menzionato storicamente per la prima volta
nel XVII secolo in Germania
RUSSA
Variante della Ortodossa senza
la piccola barra superiore
SAN BENEDETTO
Le lettere nella crocesono le iniziali di:
Crux Sacra Sit Mihi Lux (La Santa Croce sia la mia luce)
Non Draco Sit Mihi Dux (Non sia il demonio mio condottiero )
Vade Retro Satana (Fatti indietro, Satana )
Numquam Suade Mibi Vana (Non mi attirare alle vanità)
Sunt Mala Quae Libas (Sono mali le tue bevande)
Ipse Venena Bibas (Bevi tu stesso il tuo veleno)
Croce con valore di esorcismo contro il demonio
SAN BENEDETTO
D'AVIS
Trae origine da un gruppo di cavalieri riunitisi nel 1147
per combattere i Mori in Portogallo
L'Ordine Militare di Avis ha le sue origini
nell'antico Ordine di San Benedetto di Aviz,
essenzialmente per dimostrare la maggiore
antichità rispetto dell'Ordine di Calatrava.
Estremita' gigliate . Croce di colore verde
SAN DAMIANO
E' un crocefisso (1100 ca) dinanzi al quale Francesco d'Assisi stava pregando quando ricevette la richiesta del Signore di "riparare" La sua casa. E' il modello base dei crocefissi medievali. L'aggiunta di piccoli riquadri alle estremita' delle braccia caratterizza molti crocefissi dell'epoca (come quello del Cimabue in santa Croce)
SAN EUSTACHIO
Secondo la Leggenda Placido stava inseguendo un cervo
mentre andava a caccia quando questo si fermò di fronte ad un burrone
e si volse a lui mostrando tra le corna una croce luminosa
sormontata dalla figura di Gesù che gli diceva:
«Placido, perché mi perseguiti? Io sono Gesù che tu onori senza sapere»
croce tra due palchi di cervo
SAN FERNANDO
Laureata
L'Ordine di San Ferdinando venne fondato nel 1811
sotto Ferdinando VII, re di Spagna e per premiare
i militari che si fossero distinti in favore
della difesa della patria
costituita da quattro spade unite per le else
e circondate da una corona di alloro
SAN GIACOMO
Santiago
È la croce che distingueva i cavalieri dell’Ordine
di Santiago de Compostela.
. È rossa, con la forma di croce latina
ma con il braccio inferiore appuntito
a simboleggiare una spada
a forma di giglio nell’impugnatura e nei bracci.
SAN GIORGIO
Originariamente vessillo della Repubblica di Genova,
venne poi utilizzata dai crociati dai lombardi e dai guelfi
e in seguito adottata dall'Inghilterra (s Giorgio e' il patrono),
nonché da molte altre nazioni e città.
. È rossa su fondo bianco ma con
il braccio verticale al centro e piu' corto di quello orizzontale.
SAN GIOVANNI
BATTISTA
croce molto antica, si ritiene discenda dalla blutfahne,
l'originaria bandiera del sovrano del Sacro Romano Impero
costituita da un drappo di colore rosso a cui venne aggiunta la croce
Era un simbolo di appartenenza alla parte imperiale
dei ghibellini contrapposta ai guelfi (s Giorgio)
. È bianca su fondo rosso
il braccio verticale e' al centro e' piu' corto di quello orizzontale.
SAN GIOVANNI
Vedi:
di MALTA
SAN LORENZO
Trifogliata
Tre e' il numero della trinita' I bracci terminano con un trifoglio. Simile alla croce Pisana
SAN MAURIZIO
croce trifogliata
SAN MAURIZIO
E LAZZARO
ordine cavalleresco Savoia “discendente” dai cavalieri crociati templari e di san Giovanni unione di due croci, quella trifogliata di
san maurizio (argento) e di san lazzaro (di malta ,verde)
SAN PIETRO
Croce del Martirio di s Pietro che volle essere crocefisso
capovolto per non paragonarsi a Gesu'.
Ma e' anche parodia blasfema della Croce di Cristo,
come ogni rovesciamento di simboli sacri cristiani.
croce latina rovesciata
SANTO SPIRITO
croce patriarcale con tutte le estremità bifide come la Maltese
SARCHIATA

L'aggiunta di un bordi esterni e interni produce l'effetto di 3 croci una dentro l'altra. Possono essere anche di diversi colori
SATANICA
di Satana
vedere anche:
Leviatano
San Pietro
Simbologia di significati diversi puo' essere per il culto di Satana inteso come Anticristo oppure semplicemente amore per tutto ciò che è terreno e negazione dell'immagine del Cristo sofferente e impotente. Nella croce rovesciata possono essere inserite varie simbologie di carattere profano o demoniaco
SCALINATA
Gli scalini potrebbero suggerire un percorso
di ascesa che il credente deve compiere
croce i cui bracci terminano con alcuni scalini
Potenziata rispetto a quella del Golgota
SCANDINAVA
croce latina ruotata di 90° in senso antiorario
comune nelle bandinere dei paesi scandinavi con colori distintivi.
SCORCIATA
Greca
Le due braccia sono di uguale lunghezza
Croce del cristianesimo delle origini fino al Rinascimento
È ancora usata nell'Europa orientale
e in parte della Chiesa ortodossa
TAU
Vedi:
COMMISSA
simili alle croci riempite, sarchiate e patente
TEDESCA
di Ferro
decorazione militare utilizzata dal Regno di Prussia
prima e dall'Impero tedesco poi.
simili alle croci riempite, sarchiate e patente
TEMPLARE
Otto beatitudini
francese: Croix pattée
tedesco Tatzenkreuz
Per la sua forma a zampa)
La croce dei templari ha molte varianti:
della croce patente e di Cristo solitamente di colore rosso
TEUTONICA
croce patente leggermente incavata alle estremità
e col braccio inferiore più lungo e più largo degli altri.
Lo smalto ordinario è il nero.
Prende il nome dall'Ordine Teutonico, ordine religioso-militare
TOLOSA
Vedi:
Occitana
TRIDENTE
Usata da movimenti di destra Simboleggia la Terza Via fascista tra comunismo e capitalismo
TRIFOGLIATA
san Lorenzo
Vedi:
san Lorenzo
UNCINATA
Svastica
Gammata
In origine Rappresenta il sole che ruota nel cielo,
recando un augurio di fertilità e di benessere
Gammata perche' formata dalle lettere greche Gamma.
Di orgine indiana, estrapolabile da cornici arabe
adottata gia' agli inizi del 1900 da gruppi antisemiti
VENERE
Il simbolo sarebbe una stilizzazione dello specchio portatile della dea dell’amore e della bellezza.
Per estensione indica il pianeta Venere. In chimica è associato al rame.
L’uso del simbolo per indicare genericamente il genere
femminile risale almeno al Rinascimento.
YPSILON
Y
Vita
Forma che a volte e' stata usata per rappresentare
la crocefissione, come il crocefisso ligneo della
Cattedrale di Ravenna san Giovanni in Fonte
Alcuni studi recenti sulla sindone ritengono che l'impronta si riferisca ad un uomo crecefisso su una croce a Y.